Genova - La Spezia - Como - Monza - Lecco

Cellulare: +39 320 2833903

L’ossigeno è il singolo nutriente più importante del corpo umano e del nostro benessere.

Basti pensare che il nostro corpo può sopravvivere settimane senza cibo, giorni senza acqua, ma solo pochi minuti senza di esso.

Ogni cellula umana richiede ossigeno per generare energia, per disintossicare il corpo e mantenersi sane ed, a prescindere dalla causa (malattia, cattiva postura, respirazione errata, fumo, mancanza di esercizio fisico, inquinamento ambientale o esposizione al monossido di carbonio), una riduzione dell’ossigenazione, comporta ad un deficit delle funzioni cellulari essenziali.

Ciò può comportare a condizioni come artrite, bassa immunità (immunodeficienza), stanchezza generalizzata e costante (sindrome da affaticamento cronico), emicrania, bassa vitalità etc.

A seguito di questi dati accertati, si è notato un deciso miglioramento di salute generale, di energia e di benessere grazie all’introduzione dell’ozono, ovvero una forma attivata di ossigeno detto anche ossigeno trivalente o ossigeno attivato (molecola d’ozono).

Il meccanismo d’azione di quest’ultimo, legato principalmente ad alcuni eventi innescati a livello cellulare, è la riduzione della produzione di mediatori dell’infiammazione, attraverso i principali processi di:

      Altri effetti dell’aumento della disponibilità di ossigeno a livello cellulare sono:

      • Effetto antietà

      • Rafforzo del sistema immunitario (per chi ha un sistema immunitario indebolito in seguito a lunga malattia cronica).

      • Aumento della produzione di energia nelle cellule

      • Aumento dell'efficienza del sistemi antiossidanti del corpo

      • Riduzione del livello di acidità del corpo (alcalinizzazione)

      • Allevio i dolori muscolari (malattie croniche)

      • Effetto battericida (in particolare batteri e funghi o miceti)

      • Attività antinfiammatoria ad azione rapida

      Questi processi biochimici possono essere utilizzati a beneficio di una numerosa serie di patologie, come prima opzione terapeutica, o quando i comuni farmaci e/o trattamenti specifici non hanno dato il risultato richiesti:

      • discopatie vertebrali e sindromi dolorose associate

      • cellulite o lipodistrofia cutanea

      • artrosi delle piccole e grandi articolazioni (coxoatrosi; gonartrosi; infiammazioni dell’articolazione scampolo-omerale; etc)

      • artrite reumatoide

      • inestetismi della cute (acne; foruncolosi; teleangectasie capillari; etc) e alopecia

      • arteriopatie con o senza ulcere cutanee

      • infezioni cutanee resistenti a trattamento farmacologico

      • disturbi intestinali dovuti a patologie infezioni farmaco resistenti

      • trattamento antiossidante; trattamenti rivitalizzante antiage; etc

      • trattamento e prevenzione del piede diabetico (gangrena)